investimenti_pubblicitari_2016

Marketing, Pubblicità

di -

Buone notizie per il mercato degli investimenti pubblicitari, secondo gli ultimi dati raccolti dalla Nielsen, per il periodo che va da Gennaio a Settembre del 2016 gli investimenti pubblicitari in Italia si attestano a +2,5% rispetto allo stesso periodo del 2015.

Analizzando i singoli mezzi, la tv chiude i nove mesi a +7,0%. Continua invece il periodo negativo della stampa, quotidiani e periodici per il periodo monitorato segnano rispettivamente un calo del 6% e del 3,8%. La radio invece conferma il suo momento positivo con un incremento dello 0,6%.

La pubblicità su internet continua a crescere, chiudendo per questi primi nove mesi del 2016 a +8,1%. Anche per il cinema ci sono buone notizie, gli investimenti in pubblicità infatti aumentano dell’8,6%.

Cresce pure l’outdoor, che segna un +0,4%. Per quanto riguarda i vari settori merceologici, nel periodo Gennaio – Settembre crescono le telecomunicazioni (+9,6%), la distribuzione (+17,2%) e i farmaceutici/sanitari (+10,4%). A questi si contrappongono i cali della finanza (-13,7%) e dell’abbigliamento (-6,5%). In positivo anche auto (+8%), industria/edilizia (+34,6%), turismo/viaggi (+11,2%), tempo libero (+18%), abitazione (+9,1%) e bevande (+7%).

Cosa ci dovremo aspettare quindi per i prossimi mesi? Da qui a fine anno, causa fattori di incertezza politico-economica, gli investimenti potrebbero subire un leggero calo, ma il 2016 si concluderà comunque in positivo, presumibilmente oltre il 3%. Una bella notizia che ci fa ben sperare per il 2017.

Inoltre non bisogna dimenticare che, come direbbe Steve Jobs: “investire in pubblicità in tempi di crisi è come costruirsi le ali mentre gli altri precipitano”.